Il granuloma apicale o dentale

Il granuloma apicale č una formazione infiammatoria cronica non suppurativa, dei tessuti che circondano la parte terminale della radice del dente (apice della radice), causata dall’ infezione e necrosi della polpa radicolare per la diffusione di batteri e tossine al di la del forame radicolare (si tratta di un piccolo foro situato sulla parte terminale della radice, attraverso il quale passano i vasi ed il nervo, che nutrono la polpa del dente).
Il granuloma ha l’aspetto di una masserella di tessuto molle (tessuto di granulazione), rotondeggiante, di dimensioni che variano da quelle di una lenticchia a quelle di un pisello. E’ aderente all'apice di un dente non vitale ed avvolto da una capsula fibrosa.

La diagnosi di granuloma viene in genere effettuata con una semplice radiografia endorale, il granuloma appare come un’area di radiotrasparenza sulla punta della radice del dente a differnza della cisti periapicale che appare invece come una grande area a margini netti e definiti di radiotrasparenza

Quadro clinico: il granuloma e’ in genere asintomatico, si possono pero’ avere dei periodi di riacutizzazione con dolore spontaneo intenso e gonfiore.
A volte e’ associato con una fistola gengivale (si tratta di un’area di 1-2 mm rilevata rossa con al centro una zona purulenta o sanguinante, posta sulla gengiva, all’altezza dell’apice del dente interessato). La fistola alterna periodi in cui e’ piu’ gonfia con periodi in cui e’ piatta e di dimensione ridotta.

In genere, il granuloma guarisce completamente con la semplice devitalizzazione del dente.
Questo avviene con un’alta percentuale di casi se il granuloma si e’ formato in seguito ad una carie penetrante (una carie che e’ penetrata nella polpa dentaria) causandone la necrosi. Se colpisce, cioe’, un dente che non e' gia’ stato devitalizzato.

Nel caso di granulomi, formatisi su denti gia' devitalizzati, bisogna ricorrere ad un ritrattamento. In questo caso la percentuale di guarigione e’ piu’ bassa, ma non trascurabile.

A volte il ritrattamento non e’ possibile effettuarlo, per vari motivi:
1) Denti con ricostruzioni complesse, come perni endocanalari metallici o in fibra.
2)Denti protesizzati con corone o denti pilastro di ponti o protesi estese, fisse o combinate.
3)Denti con canali non sondabili, per ostruzioni, anatomie complesse (radici curve ecc.) sclerosi e calcificazioni.
In tutti questi casi e’ possibile trattare il granuloma con un' apicectomia, con un’ alta percentuale di guarigione.